Lo struzzo è l’uccello più grande al mondo ed uno dei pennuti più simpatici in assoluto con la caratteristica insolita di non saper volare. L’emù è più conosciuto come struzzo australiano e dopo lo struzzo è il più grande volatile degli struzioniformi. A dire il vero la classificazione attuale, cambiata nel 1980, racchiude l’emù nel genere di uccelli Casuariformi della famiglia dei Dromaidi.

Può arrivare a pesare fino a 50 kg e ad un’altezza di circa 2 metri. Il suo habitat naturale sono le pianure scarsamente ricche di vegetazione dell’Australia dove si mimetizza molto bene grazie al suo colore poco vistoso. Nonostante la grande stazza gli struzzi australiani hanno dimensioni più piccole rispetto a quelli africani.

Caratteristiche delgli struzzi australiani

Il loro corpo è ricoperto da moltissime piume marroni lunghe e fini che lo avvolgono per proteggerlo dalle intemperie. Non avendo la facoltà di volare le ali non sono molto sviluppate e sono lunghe circa 25 cm. Per contro la loro forza sta nelle zampe, lunghe e potenti e dotate di tre dita. L’emù è infatti un gran corridore e può raggiungere una velocità di 40 km/h.

E’ caratterizzato da un collo molto lungo e da una testa piccola, sproporzionata con il resto del corpo. Ha occhi grandi e un becco rosa, che finisce con una punta piegata. Lo struzzo australiano è privo di denti per cui non riesce a masticare il cibo e spesso rischia pericolosi incidenti ingerendo materiali dannosi come metalli o vetri.

L’emù si nutre di insetti, bruchi e vegetali e riesce a immagazzinare grandi quantità di cibo per farsi riserve di grasso utili in caso di periodi in cui il nutrimento scarseggia. Non può invece bere molta acqua come gli struzzi ma è un eccellente nuotatore e adora passare parte del suo tempo negli specchi d’acqua, soprattutto in periodi di grande caldo. Se non trova la trova si immerge comunque nel fango per togliersi di dosso parassiti e disinfettarsi.

Habitat

L’habitat ideale dell’emù è quello australiano in particolare non lontano dalle coste della Tasmania ma vive anche nelle zone desertiche. Terreni aridi e savane sono l’ambiente che predilige anche se compie una sorta di migrazione. Nel periodo estivo si sposta verso nord e in inverno emigra verso sud

Lo struzzo australiano adulto è un uccello indipendente che non ha molti nemici. Grazie alla sua forza, che sprigiona dalle zampe, può difendersi dai pericoli e in caso di minaccia concreta può correre velocissimo. Inoltre ha una vista eccellente che lo aiuta ad individuare predatori anche a cento metri di distanza. E’ un animale che non ha un buon rapporto con l’uomo per cui chi li vuole avvicinare è pregato di non farlo: meglio accontentarsi di un punto di osservazione lontano.

Alimentazione

L’emù come già anticipato mangia frutti di piante, rizomi, semi e insetti come cavallette, formiche e anche lucertole. Vive in piccoli gruppi e si riproduce nei mesi di dicembre e gennaio ed è proprio in questo periodo che gli esemplari maschi sono molto pericolosi.

Riproduzione

E’ il maschio a preparare il nido in un luogo del terreno comodo in cui porta foglie secche ed è sempre lui che incuba le uova per circa due mesi e si prende cura dei neonati dopo la nascita. In questo tempo lo struzzo australiano maschio non mangia e non si muove, riesce soltanto a bere e perde molto peso.

In genere le femmine depongono 7/8 uova del peso di circa 800/900 grammi che possono assumere colori diversi che vanno dall’azzurro al nero. Alla nascita i piccoli sono ricoperti di un piumaggio grigio con strisce nere e seguono sempre il padre nei suoi movimenti.

Purtroppo nel corso degli anni due specie di emù si sono estinte per colpa della caccia e degli incendi che hanno interessato il loro habitat. Si tratta dell’emù di Kangaroo Island (Dromaius baudinianus), estintosi nel 1827 e dell’emù di King Island (Dromaius ater) il più piccolo della specie, che fu scoperto nel 1802 e sparì nel 1822.

Categorie: Animali

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi