Accogliere un cucciolo in casa è sicuramente un momento emozionante e ricco di soddisfazioni. E’ però importante fare attenzione alla sua educazione fin dal primo giorno per evitare, nel tempo, l’insorgenza di problemi o brutte abitudini.

Sono molti, infatti, gli errori comuni che vengono fatti nell’educazione di un cucciolo ed è sufficiente attenersi ad alcune regole per raggiungere buoni risultati. E’ quindi importante sapere come educare un cane e cosa non fare.

Uno degli sbagli più frequenti è probabilmente quello di trattare il cucciolo come un neonato o un bambino piccolo. Per quanto necessiti di attenzioni speciali, un cucciolo di cane non è un piccolo umano e non ha bisogno, ad esempio, di stare continuamente in braccio. E’ invece importante creare uno spazio tutto suo nel quale può riposare serenamente.

I cuccioli dormono moltissimo nei primi 3 mesi di vita arrivando anche a 20 ore al giorno, turbare il loro sonno può essere deleterio per la loro salute ed il loro sviluppo. E’ un errore piuttosto comune specialmente quando ci sono bambini che vorrebbero giocare continuamente con il nuovo arrivato.

Altrettanto sbagliato è metterlo a dormire nel letto: fargli abbandonare questa abitudine da adulto sarà una missione molto difficile!

Mai forzare lo svezzamento di un cucciolo. In questo caso si rischiano danni al sistema immunitario e problemi futuri di socializzazione. Di solito è bene non accogliere cuccioli che abbiano meno di due mesi di età, rispettare questa regola significa rispettare il cucciolo stesso e le sue necessità.

Un cucciolo deve inserirsi in un contesto sociale, dedicare il giusto tempo a questo delicato processo significa avere un cane adulto con un carattere equilibrato e che può interagire con varie persone e situazioni diverse. E’ bene abituare in modo progressivo il cucciolo a nuovi stimoli ed aspettare che si sia abituato bene prima di procedere a quello successivo. Sbagliare questa fase dell’educazione porta ad un cane che non riesce a comunicare in modo efficace con gli altri cani e tendente spesso alla paura o alle reazioni improvvise ed impulsive.

Dare del cibo al cucciolo mentre si sta consumando un pasto è una delle brutte abitudini più difficili da eliminare. Sembra quasi di fargli un torto a non offrirgli qualcosa di buono in questi momenti. Questa abitudine è sbagliata perché si rischia di nutrire in modo eccessivo il cucciolo e poi il cane adulto portandolo anche al sovrappeso ed all’obesità. Meglio stabilire un orario per il pasto del cucciolo e mantenerlo costante nel tempo.

L’addestramento per un cane è fondamentale soprattutto per la sua sicurezza. Un cane infatti fuori controllo e che non è abituato a rispondere ai comandi del padrone può facilmente finire sotto una macchina o mettersi in altre situazioni di pericolo. E’ possibile iniziare l’addestramento tra i 4 ed i 6 mesi di vita del cucciolo, periodo perfetto per un migliore apprendimento.

Contrariamente a quanto si possa pensare, punire un cucciolo è profondamente sbagliato e può solamente portare allo sviluppo di paure future ed insicurezze. Bisogna invece premiarlo ogni volta che fa quello che gli è stato chiesto o si comporta bene magari offrendogli un gustoso biscottino. L’intera educazione del cucciolo, infatti si basa sul concetto di rinforzo positivo.

Categorie: Animali

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi