Prima di dedicarsi al fai da te e quindi intraprendere lavoro manuale, è opportuno accertarsi di possedere tutti gli strumenti necessari e che questi siano perfettamente efficienti e funzionanti. In questo articolo ci soffermeremo a parlare della sega a nastro, particolarmente utile e oseremmo dire indispensabile se l’obiettivo è quello di tagliare il legno e vari tipi di metalli. Proprio per questo la lama di cui è dotata non deve essere troppo usurata, e se è così, va opportunamente sostituita.

Questo procedimento può risultare piuttosto complicato, quantomeno nella scelta della lama giusta: se non si individua quella più adatta, infatti, si otterranno tagli imperfetti, quindi è molto importante scegliere la lama con le caratteristiche più indicate e sapere quanti e che tipo di denti deve avere.

Vediamo allora insieme tutto quello che c’è da sapere e come cambiare la lama per la sega a nastro.

Come rimuovere la vecchia lama

Come descritto sul sito www.crocoblade.com, bisogna seguire specifiche procedure prima di cominciare a lavorare con la sega a nastro: verificare che la lama vada bene è la più importante. Nel caso in cui fosse necessario cambiarla, parliamo del procedimento.

Innanzitutto, per maneggiare la sega a nastro in tutta sicurezza, spegniamola e scolleghiamo l’alimentazione. Apriamo dunque i copriruota e rimuoviamo la protezione della lama. Le viti sono solitamente di forma esagonale (10 millimetri) o a testa zigrinata.

Servendoci di un paio di pinze, rimuoviamo la piastra e il perno. Per rimuovere più facilmente la lama allentandone la tensione, solleviamo la leva orizzontale. Alcune seghe non ce l’hanno, in questo caso ruotiamo in senso antiorario la manopola verticale, al fine di allentare la ruota superiore.

A questo punto afferriamo la lama a destra e a sinistra della ruota e tiriamola verso di noi, rimuovendo sia la staffa metallica sotto il tavolo e sotto le guide inferiori, sia la protezione a sinistra.

Per far sì che la lama destra sia posizionata parallelamente allo spazio del tavolo della sega, ruotiamo quella sinistra fino a ottenere questo risultato in modo da farla scorrere fuori.

Se è presente della segatura residua, puliamo tutto utilizzando una spazzola metallica (o un raschietto per pulire anche le ruote nei casi più “gravi”) prima di predisporre la nuova lama.

Come inserire la nuova lama

La nuova lama deve ovviamente avere le stesse dimensioni di quella appena estratta.

Montiamola intorno alle ruote facendola scorrere tra le guide, in modo che risulti centrata e arrivi in fondo alla sega. Assicuriamoci, prima di centrarla, che non vada a sfregare con guide e cuscinetti, affinché possa girare in maniera totalmente libera. Dunque, per centrarla correttamente, serviamoci di una manopola della molla, quella a sinistra, per allentare il dado ad alette: facciamola ruotare per centrarla sulla ruota. Quando ci rendiamo conto che è tutto a posto, stringiamo nuovamente il dado ad alette.

Ricordiamoci di non accendere né alimentare la sega durante tutto il procedimento.

Adesso la lama va messa in tensione, e per farlo ruotiamo la manopola della ruota finché la rondella non risulti allineata sull’alloggiamento della molla.

Fonte foto copertina by Di Nessun autore leggibile automaticamente. Jonathan Groß presunto (secondo quanto affermano i diritti d’autore). – Nessuna fonte leggibile automaticamente. Presunta opera propria (secondo quanto affermano i diritti d’autore)., CC BY 2.5, Collegamento.

Categorie: Lavoro

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi