Le smart home sono delle case intelligenti, estremamente razionali ed organizzate per rendere automatici parecchi processi di uso quotidiano. In queste abitazioni è infatti collocata un’unità centrale capace di interfacciarsi con tutti i dispositivi elettronici presenti in casa. Ciò permetterà agli utenti di pilotare a distanza gli impianti dell’appartamento, di accendere o spegnere piccoli e grandi elettrodomestici, di gestire le telecamere di sorveglianza e via discorrendo.

Tutto questo è possibile grazie all’utilizzo di telecomandi, tastiere, tablet, PC o smartphone capaci, mediante appositi programmi, di interagire con il sistema centralizzato di cui sopra.

La smart home, tirando le somme, è quindi qualcosa che ci permette di vivere meglio la nostra quotidianità. Ma come fare per modernizzare il proprio appartamento? Ne varrebbe davvero la pena? Scopriamolo insieme.

Perché scegliere una smart home?

Perché, se siamo alla ricerca di una casa in vendita, dovremmo preferire una smart home? Perché dovremmo attivarci per rendere le nostre abitazioni degli appartamenti intelligenti? Beh, sicuramente per tutta una serie di ragioni di ordine pratico, economico ed addirittura ecologico. Modernizzarsi in tal senso ci consente infatti di gestire un po’ meglio il tempo che si ha a disposizione. Perché aspettare di varcare la soglia di casa per avviare la lavatrice? Se potessimo azionarla mentre torniamo dal lavoro o dal supermercato o da qualsiasi altra meta, ritirandoci troveremmo già i panni pronti per essere stesi e non dovremmo aspettare che l’elettrodomestico facesse il suo lavoro per poter asciugare vestiti e quant’altro.

Grazie all’impiego di questa tecnologia si possono addirittura avviare le pulizie di casa mentre si è lontani da essa, risparmiando fatica, utilizzando al meglio i tempi morti e godendo della bella sensazione che si prova a varcare la soglia di un ambiente già ben pulito e profumato!

Immaginando  ancora di essere in procinto di tornare a casa, magari pochi minuti prima di infilare la chiave nella toppa, potremmo attivare i riscaldamenti o il climatizzatore ed accendere le luci: troveremmo così un ambiente luminoso e piacevole ad accoglierci oltre che sicuramente meglio vivibile.

Utilizzare la tecnologia domotica, tra l’altro, permette di ottenere un controllo costante sul proprio appartamento: non soltanto quindi ci sarà sempre possibile programmare funzioni ed elettrodomestici, ma potremo anche spegnere qualcosa che erroneamente abbiamo lasciato acceso, bloccare le porte che abbiamo scordato di chiudere ed attivare il sistema antintrusione che distrattamente qualcuno ha tralasciato di inserire.

Ciliegina sulla torta: la smart home è anche una casa a risparmio energetico e, come tale, amica dell’ambiente. Dato che in questi contesti le risorse vengono utilizzate in maniera intelligente e soltanto quando è necessario, gli sprechi potranno dirsi sensibilmente ridotti. Questo particolare ci consente di pagare bollette meno impegnative e di gestire in maniera sostenibile la vita domestica. Tanto per fare una serie di esempi in tal senso calzanti sottolineamo come un sistema domotico ci consentirà di programmare l’impianto in modo tale da rilevare le condizioni meteo prima ancora di attivare o disattivare riscaldamenti e climatizzatori. Esso inoltre interromperà l’azione dei pop-up del nostro giardino nel momento in cui dovesse percepire la presenza di pioggia e, tanto per concludere, potrà “imparare” ad autoregolarsi in fatto di climatizzazione sapendo che dentro casa la temperatura non dovrà mai salire o scendere oltre certi limiti e così via.

I dispositivi che trasformano una casa in una smart home

Perché una qualsiasi casa diventi una smart home è necessario che in essa agiscano determinate tipologie di impianti ed elettrodomestici. Sarà quindi fondamentale comprare degli strumenti per il controllo delle temperature (climatizzatori e termosifoni o simili) in grado di interfacciarsi con l’unità centrale che installeremo. Stesso discorso vale per l’impianto di illuminazione, per i sistemi di videosorveglianza e di blocco delle porte nonché per gli elettrodomestici in genere. Tutti questi dispositivi, come scritto in un articolo su shoppingtecnologico.it, godono oggi di possibilità connettive. Negli ultimi anni si è sviluppato l’internet delle cose che vuol dire che non sono più solo i computer a potersi collegare a internet bensì anche altri dispositivi (caldaie, condizionatori, telecamere, aspirapolvere, lampadine, frigoriferi, ecc.) che comunicano fra di loro.

Chiaramente sarà necessario poi rifornirsi anche di un cellulare che ci permetta di interagire con la strumentazione installata in casa o, in alternativa, di un buon assistente vocale, di un computer o di un tablet su cui poter scaricare le app necessarie per interagire con l’unità centrale.

A proposito di quest’ultimo punto il suggerimento che diamo a chi legge è di verificare a priori la compatibilità delle proprie periferiche con i sistemi attualmente in commercio. Un esempio? Bene, acquistando un Samsung Smart Home sarete sicuri di poter interagire con Nest, ma non con altri sistemi. Inoltre, soprattutto se non avete molta dimestichezza con la tecnologia, verificate sempre a priori che la vostra smart home non vi renda la vita impossibile: accertatevi quindi di essere in grado di utilizzare tutte le applicazioni del caso e di saper far fronte ad eventuali piccoli imprevisti.

Attenzione: la domotica non è poi tanto ostica per i comuni mortali. Diamo però questo genere di suggerimenti soltanto perché certe persone non hanno alcuna confidenza con l’elettronica. Le smart home però sono facilmente gestibili un po’ da chiunque.

Categorie: Arredamento

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi