Il karitè (Vitellaria paradoxa) è una pianta di origine africana della famiglia delle Sapotaceae.

Dai noccioli dei suoi frutti, si ricava il famosissimo burro di karitè. Questa sostanza ha molteplici proprietà benefiche e le popolazioni africane lo utilizzano sia in cucina, sia nella cosmesi. Il burro, allo stato grezzo, si presenta di colore giallognolo ed ha un odore che risulta molto forte. In commercio viene venduto sbiancato e deodorizzato, anche se in alcuni negozi si può trovare non raffinato.

Se siete curiosi di scoprire tutti i segreti del burro di karitè, continuate a leggere.

Benefici del burro di karitè

Il burro di karitè possiede molte qualità: è un emolliente, idratante e nutre la pelle in profondità. Previene le rughe e può essere usato come protezione solare. Inoltre, ha una forte azione antiossidante, merito della vitamina E, che è contenuta in grandi quantità in questo burro, assieme alla vitamina D e alla vitamina A. La sua densità gli permette di essere molto efficace come protezione dagli agenti esterni, come il vento, la sabbia o il sole.

È molto utilizzato anche per lenire il dolore e come crema cicatrizzante. Viene massaggiato sui muscoli doloranti, sulle scottature e sulle contusioni per trarne grande beneficio. Le sue proprietà emollienti lo rendono un alleato efficace quando la pelle è molto screpolata, difatti si può utilizzare al posto del burro cacao, nelle fredde giornate invernali, per proteggere le labbra.

Utilizzo del burro di karitè

Il burro di karitè è un rimedio naturale multiuso difatti, da secoli, le popolazioni indigene dell’Africa lo sfruttano per una grande quantità di utilizzi.

Può essere usato come crema idratante dopo la doccia, e lascerà la pelle morbida e nutrita.

Nelle giornate invernali, può essere utilizzato come crema protettiva per il viso, le labbra e le mani.

Con il burro di karitè, inoltre, si possono realizzare degli impacchi curativi. Ad esempio, per chi ha le mani molto screpolate, è utile ricoprirle di burro di karitè, indossare dei guanti di cotone e lasciare agire durante la notte. Chi invece ha i capelli secchi, con molte doppie punte, potrà creare una maschera pre-shampoo a base di burro di karitè, che dovrà essere tenuta in posa per almeno mezz’ora (ricordate di bagnare i capelli con acqua calda prima di mettere la maschera, perché il calore facilita l’assorbimento del prodotto).

Il burro di karitè è uno dei rimedi contro le smagliature più efficace, difatti molte donne in gravidanza lo utilizzano per la pelle della loro pancia.

Le neo mamme lo possono invece utilizzare come crema antirossore, difatti è molto efficace per le irritazioni da pannolino.

Gli uomini lo possono utilizzare come crema da barba ed è ottimo come crema post-depilatoria, dato che, essendo privo di alcol, non dà quella sensazione di bruciore che danno invece le creme commerciali.

Dove acquistare il burro di karitè

Il burro di karitè è acquistabile nei negozi bio, nelle erboristerie e anche negli store online. Ormai anche i supermercati lo vendono, ma bisogna sempre prestare attenzione all’INCI: la dicitura deve indicare Butyrospermum Parkii Butter o Shea Butter.

Categorie: Salute

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi