Il Natale è una festività molto importante anche negli Stati Uniti; per chi avesse intenzione di passare una vacanza diversa dal solito e viaggiare in Usa per queste feste, sarà sorpreso dall’intensità con la quale questa festa viene vissuta da tutto il paese.

Come accade anche in Italia, i giorni precedenti al Natale sono piuttosto caotici e gli americani sono  impegnati in sfrenate corse al regalo; dal Black Friday in poi, ogni momento è quello giusto per scegliere il giusto dono da acquistare. Tuttavia, come spesso accade, non tutti riescono ad organizzarsi in anticipo e molti negozi sono affollati anche il 24 dicembre, fino all’orario di chiusura.

Il caos commerciale si placa solo il giorno di Natale stesso, il 25 dicembre, quando esercizi commerciali e banche sono chiusi per festività pubblica. Solo in questo giorno, infatti, gli americani si fermano e riescono a riappropriarsi del carattere più intimo e personale di questa festività, tra pranzi e cene in famiglia.

Differenze tradizioni in un unico paese

Gli Stati Uniti sono un paese multietnico, composto da diverse popolazioni con differenti usanze e riti; ogni nucleo festeggia il Natale in modo differente, onorando le proprie tradizioni e la propria origine.

I cristiani, ad esempio, si recano in chiesa per assistere alla Santa Messa, le chiese organizzano presepi viventi, raccolte di beneficienza per i meno fortunati e gruppo di bambini camminano per la città intonando festosi canti di Natale. 

Gli afroamericani, invece, non festeggiano in modo particolare il giorno di Natale, ma si dedicano con maggiore passione alla Kwanzaa, una festa che dura sette giorni e che va da 26 dicembre al primo gennaio. Durante questo periodo, la comunità afroamericana rivendica le proprie origini e le proprie radici culturali.

I piatti tipici di Natale

Il piatto più tipico e tradizionale del Natale made in Usa è senza dubbio il tacchino ripieno, protagonista assoluto di pranzi e cene luculliani. Adottato anche dagli immigrati, questa pietanza, farcita di castagne, viene spesso accompagnata da un abbondante contorno fatto di purè e fagiolini.

Gli altri piatti della tradizione sono la salsa di mirtilli, il famoso Christmas pudding e le Mince Pies, gustose tortine ripiene di frutta secca mista; ad accompagnare il tutto, c’è l’immancabile eggnog, la tipica bevanda di Natale che può essere servita anche fredda, accompagnata da biscotti.

Le usanze natalizie

La preparazione della Mince Pie è una tradizione molto speciale per le famiglie americane; questa tortina di pasta frolla, ripiena di marmellata e frutta secca, viene cucinata in grandi quantità. La sera prima di Natale, infatti, i bambini la utilizzano per preparare una lauta ricompensa a Babbo Natale che, partendo da Torrington o Wilmington, attraversa tutti gli Stati Uniti per consegnare i doni.

Un’altra usanza molto amata dagli americani è rappresentata dalle luminarie; basti pensare, ad esempio, alla città di McAdenville, nel North Carolina, che durante le feste di Natale si veste a festa, illuminando ed addobbando agrifogli e alberi.

Infine, non è molto difficile incontrare gruppi di bambini passeggiare per strada mentre intonano, in coro, canzoni di Natale.

Categorie: Viaggi

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi