Come riconoscere un dipinto antico senza fare riferimento ad un esperto in materia. Strumenti, metodi, e trucchi che possono rivelarsi molto utili

Il riconoscimento di un dipinto – che si presume sia antico e di valore – e dell’epoca storica a cui esso appartiene può avvenire in diverse modalità. La prima è quella più consigliata quando non si hanno le competenze necessarie alla valutazione autonoma dell’opera: se, infatti, non siamo persone appassionate di opere d’arte o di quadri antichi e quindi non si hanno le competenze adatte al riconoscimento del valore di quell’opera specifica, è meglio – ed è altresì consigliato – fare comunque riferimento a persone esperte  e qualificate in dipinti e oggetti antichi, dotate sia dell’esperienza, sia della formazione e della passione personale, sia delle caratteristiche relative alla presenza di strumentazioni adeguate al riconoscimento di quell’opera.

Ma esistono anche dei casi in cui la possibile valutazione d’autenticità possa essere effettuata da parte del possessore dell’opera. Non è certamente la scelta più consigliata, o meglio, il consiglio è sempre quello di affiancare questa possibilità a quella di optare per la valutazione da parte di persone esterne, esperte e qualificate, quando non si è direttamente professionisti nel riconoscere e nel distinguere la validità dei dipinti antichi da opere più moderne o comunque da opere che, solo ad uno sguardo più approfondito, si potrebbero rivelare dei perfetti falsi.

In ogni caso, prima ancora di affidarsi ad un esperto, è possibile fare riferimento alle proprie conoscenze storiche ed artistiche relative all’epoca in cui potrebbe esser stato prodotto il quadro. Dobbiamo pertanto osservare, con acuto spirito di osservazione, quel dipinto e cercare di capire se quell’opera è vera oppure no, e se quel quadro è davvero di interesse artistico dal punto di vista del suo stesso valore.

Prima di tutto, la prima capacità di cui dobbiamo essere dotati è lo spirito di osservazione: è importante, a questo proposito, verificare l’osservazione attraverso una lente di ingrandimento che ci possa risultare utile anche nel riconoscere eventuali dettagli e differenze. Dettagli che possono essere di colore, di forme, di tonalità: infatti, è risaputo che il tempo – e con esso anche l’umidità e tutto ciò che ne consegue – può essere nemico del dipinto, e quindi averlo in qualche modo alterato. Questa è una caratteristica di cui dobbiamo tenere conto. Inoltre, è necessario utilizzare anche una lampada wood che, insieme alla lente di ingrandimento, sarà in grado di darci una serie di informazioni importanti circa i dettagli che è difficile vedere ad occhio nudo.

L’unico metodo che però può fare davvero la differenza nel riconoscere un falso è quello relativo ala datazione del telaio, che può essere fatta solo attraverso un esame spettroscopio del legno: ovviamente, è necessario essere dotati di questo strumento per rendere possibile l’analisi effettiva dell’opera, che può essere visionata anche grazie alla presenza di uno strumento ad infrarossi. Queste sono le caratteristiche tecniche che si associano ad altre valutazioni, come ad esempio la valutazione ed analisi dell’opera, dal punto di vista storico, pittorico, e della capacità di raffigurazione dei soggetti, uso del colore, luci e ombre.

Sol LeWitt: dalla valutazione opere antiche a quelle moderne

Solomon LeWitt, altresì noto con l’affettuoso diminutivo di Sol LeWitt, è un classico esempio di artista lei cui opere necessitano di valutazione esperta.
Nacque il 9 settembre 1928 ad Hartford, nel Connecticut, e fu uno fra i più importanti artisti attivi negli Stati Uniti soprattutto nel ventesimo secolo, considerato, oltretutto, come uno dei più grandi scultori e dell’ultimo secolo, oltre che fra i maggiori esponenti del movimento artistico relativo al Minimalismo.

Sin da giovanissimo, Sol LeWitt fece mostra di essere in possesso di una incredibile propensione nei confronti delle belle arti, tanto da segnalarsi, ben presto, come uno fra i più interessanti talenti nel settore della scultura e della pittura in tutti gli Stati Uniti. E così, dopo un primo periodo a seguito del quale alternò gli studi presso la Syracuse University ad un servizio militare durato un anno in alcuni paesi asiatici, decise di versarsi anima e corpo nei confronti delle belle arti.
Nel 1953, quindi, neanche venticinquenne, prese a frequentare, in quel di New York, la prestigiosa Cartoonist and Illustration School, dove emerse come uno fra i prospetti più dotati. Venne quindi accolto sotto l’ala di uno fra i più illustri pittori ed architetti del tempo, il cinese Ieoh Ming Pei, che decise di occuparsi personalmente della formazione del giovane allievo, tanto da assumerlo per qualche tempo tra il 1955 ed il 1956 in veste di assistente.

Fu proprio a partire dagli anni ’50 che il giovane Sol LeWitt iniziò a consacrare la propria fama artistica, riuscendo ad affermarsi come uno fra i maggiori scultori e pittori famosi sull’intero palcoscenico artistico internazionale. Nel corso della seconda metà del ventesimo secolo, oltre a realizzare una quantità di opere e capolavori di enorme qualità, Sol LeWitt venne invitato a presenziare ad alcune fra le più importanti mostre, esposizioni e fiere artistiche a livello mondiale.
A riconoscimento del suo grande talento, inoltre, andò a ricoprire il ruolo di insegnante di presso alcune prestigiose scuole d’arte, tra le quali la School of Visual Arts e, soprattutto, a partire dal 1970, la New York University.

Fu un noto esponente della corrente artistica minimalista, insieme ad altri illustri artisti e pittori famosi di spicco tra i quali è possibile annoverare Donald Judd e Robert Morris. Nel corso della sua vita mostrò un certo apprezzamento nei confronti del Belpaese, tanto da trascorrere spesso le proprie vacanze in Umbria.

Protagonista di una carriera artistica estremamente brillante, che lo proiettò, nel corso dell’intera durata della sua vita, come uno dei più importanti scultori e pittori famosi della sua generazione, Sol LeWitt si spense a New York l’8 aprile 2007, all’età di 78 anni.

 

Categorie: Lavoro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi