Personal Trainer: chi è e perché sceglierlo

Uno dei motivi principali per il quale le palestre di oggi sono sempre più vuote è perché l’iscritto preferisce dopo qualche mese arrendersi oppure iscriversi a qualche  corso proposto dalla palestra. Questo fondamentalmente accade o per noia o per mancanza di risultati. Corsi quali Zumba, total body ecc. sono sicuramente più dinamici, divertenti e il cliente percepisce una sensazione di fatica molto alta abbinandola poi alla  consapevolezza di stare perdendo peso o che si sta raggiungendo qualsivoglia obiettivo specifico più facilmente rispetto a un resistance training. Questo può essere anche vero, ma non va trascurato un fattore fondamentale; queste sono lezioni di gruppo, non si vanno a considerare specifiche problematiche o fattori prettamente genetici che sono differenti da persona a persona.

Chi presenta problemi o dolori al sacro o nella lombare, al ginocchio o alla cervicale (fattori sempre più diffusi nella società di oggi) e si appresta poi a eseguire determinati movimenti dinamici, questi fastidi si andranno a peggiorare, danno accentuato ancora di più se abbiamo qualche chilo di troppo. Almeno che l’istruttore non si metta a controllare e a sistemare la postura o il movimento di ogni singolo iscritto (un pò difficile fare una lezione di un ora e correggere al tempo stesso 20 persone ogni volta) credo sia tutto questo inevitabile.

Molte persone, dopo aver avvertito che i propri fastidi sono andati a peggiorare, necessitano di rimediare a tutto questo. Si richiederà quindi, per cercare di raggiungere i propri obiettivi ma al tempo stesso risolvendo le varie problematiche articolari o muscolari, i servizi di un Personal Trainer. Questo è un professionista nel suo settore, l’unica figura professionale in grado di unire la conoscenza dell’anatomia, della fisiologia neuromuscolare, della biomeccanica, della nutrizione e di qualunque altra materia inerente il corpo umano. Chiunque si può rivolgere a un Personal Trainer per raggiungere qualunque obiettivo, dall’atleta alla persona anziana, dai ragazzi all’impiegato di ufficio. Solitamente il lavoro di un Personal Trainer si svolge seguendo questi passaggi:

  • contatto iniziale con comunicazione da parte del cliente nel desiderio di voler raggiungere un determinato obiettivo.
  • accordo sulla modalità e sui tempi di lavoro.
  • segue poi un’intervista che servirà al Trainer per ottenere le maggiori informazioni possibili su come poter aiutare il proprio cliente a raggiungere i suoi obiettivi.
  • Test di valutazioni posturali, articolari e muscolari.
  • Test per il calcolo della massa grassa e della massa magra.
  • Pianificazione da parte del Personal Trainer del programma di allenamento a breve, medio, e lungo termine.
  • inizio degli allenamenti e monitoraggio periodico di tutti gli adattamenti e di tutte le conseguenze indotte dall’esercizio ottenuti dopo il colloquio iniziale.
  • Raggiungimento dell’obiettivo finale.
  • Fissazione di eventuali nuovi obiettivi richiesti dal cliente o mantenimento dello stato psico-fisico.

Nelle grandi città, Torino, Milano e Roma, la figura del Personal Trainer sta prendendo sempre più piede. Ad esempio nella capitale, i migliori Personal Trainer di Roma sono in grado di offrire dei servizi a 360 gradi oltre che nelle palestre o nei loro studi, anche a domicilio, riuscendo a soddisfare le richieste di potenziali clienti comodamente a casa loro. Questi sono alcuni dei vantaggi che può portare il servizio svolto dal Personal Trainer; esso è inoltre un motivatore, un confidente, un compagno di allenamento e un amico sui cui poter contare ventiquattro ore su ventiquattro.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi