Se ami i conigli da compagnia, ti potresti trovare nella situazione di accudire dei coniglietti appena nati. La prima domanda che ti farai, se non hai esperienza, sarà: che cosa devo fare? per questo motivo vogliamo darti alcune informazioni che ti saranno utili se ti trovi nella situazione di prenderti cura di coniglietti appena nati.

Mamma coniglio e i cuccioli

Se è la tua coniglietta a dover partorire, dovrai preparare un nido accogliente, dove lei partorirà e i suoi cuccioli potranno stare al caldo e al sicuro. Appena ti accorgi che la futura mamma coniglio è in dolce attesa, adegua subito la sua alimentazione. Puoi chiedere informazioni al veterinario: frutta e verdura fresca, fieno specifico (ne esistono alcuni ti che contengono delle piante che  forniscono determinati nutrimenti adatti per la gravidanza e per il futuro allattamento), erba fresca (aiuta l’intestino) e qualche semino per consolazione, ma senza esagerare perché non è l’alimento più adatto ai conigli in attesa.

La gabbia deve essere divisa, idealmente, in due parti: una zona dove starà tranquilla la mamma e un nido comodo dove potranno stare i piccolini. Ovviamente niente separatori, basta preparare la cuccia dei piccolini in un angolo, in modo che siano sotto la supervisione della mamma mentre si prende qualche attimo di relax. Il nido dovrà essere sempre mantenuto pulito, quindi sarebbe comodo utilizzare una scatolina di cartone riempita di striscioline di carta e ovatta (vendono un materiale specifico per i nidi). Controllate che i cuccioli siano sempre vitali, con la pelle bella tesa: vuol dire che stanno crescendo bene e la madre riesce  a nutrirli. Evitate di toccarli, se possibile, per sei settimane perché sono molto deboli e facilmente esposti alle malattie.

Cuccioli orfani

Se la mamma non c’è, dovrai esser tu a prendertene cura! Prepara un nido utilizzando una scatola con i bordi alti 20/25 cm, riempila di ovatta apposita in modo che i cuccioli restino caldi e metti il tutto in un luogo in cui sia protetti e a temperatura adeguata: i cuccioli temono molto le basse temperature e potrebbero morire. Dovrai pensare anche all’alimentazione. Rivolgiti al veterinario per sapere quale nutrimento devi utilizzare e fatti scrivere anche le dosi che deve avere ogni coniglietto. Utilizza un biberon o una siringa (senza ago) per nutrirli. Esistono dei biberon specifici per dare da mangiare ai coniglietti. La prima settimana sarà la più dura perché le poppate sono abbastanza frequenti ma nelle settimane a seguire il tempo, tra una poppata e l’altra, aumenterà. In genere l’allattamento dura 8 settimane. Per l’alimentazione e lo svezzamento fatti seguire da un veterinario, ti saprà dire cosa fare ad ogni step.

Altra cosa che devi fare, in mancanza della madre, è insegnare ai cuccioli a fare i loro bisogni. La madre, quando pulisce i suoi piccoli, stimola anche determinate zone. In assenza di mamma coniglio dovrai prendere un batuffolo di cotone inumidito con acqua tiepida e passalo sui genitali dei cuccioli per una trentina di secondi poco prima di dargli da mangiare. Se non ottieni nessun risultato ritenta la stessa prassi appena hanno finito di mangiare. Per qualsiasi dubbio è sempre importante rivolgersi ad un veterinario perché ogni coniglietto, come qualsiasi altro essere vivente, ha delle caratteristiche specifiche che potrebbero richiedere delle attenzioni in più.

Categorie: Natura

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi