Succede di frequente che un bambino nasca con la pelle perfetta, rosea, immacolata e vellutata come lo è quella dei bambini nei primi mesi di vita.

Poi, improvvisamente, una piccola macchiolina rossa, la cute ispessita, ruvida, uno stato anche di sofferenza, dovuta al prurito, di cui non capite le cause, ma che potrebbe essere concausa dovuta alla dermatite in corso.

Nel bambino la dermatite atopica è un disturbo purtroppo diffusissimo e fonte di disturbo e pianto.

Nel pianto il bambino riversa tutta la sua frustrazione e anche questo caso non è da meno: il prurito è fastidioso, ne consegue un lamento ripetuto e costante che ne impedisce il sonno regolare, la poppata serena e lo svezzamento.

Solamente il bagnetto è fonte di sollievo: le dolci spugnate di acqua fresca che, con delicatezza, apporterete alla sua cute arrossata e ispessita, sono i momenti in cui il bambino pone in stand-by per un po’ il suo disagio.

Ma da cosa dipende la dermatite atopica?

Le cause possono essere molteplici: lo stile di vita, la pessima e innaturale qualità della vita moderna, non aiutano un decorso sano dei primi mesi di vita.

Noi tutti siamo ciò che mangiamo recita un proverbio, il bambino non è da meno e ciò che esce dal vostro seno, se la vostra alimentazione propone sostanze allergizzanti, trasmetterete sul vostro bimbo quei fattori scatenanti che ne compromettono lo stato ideale della cute.

Non vivetela come senso di colpa, ma iniziate la diagnosi della dermatite atopica del vostro bimbo proprio da questo ambito, la vostra alimentazione.

Sempre nell’ambito dell’alimentazione, anche durate l’allattamento con biberon e latte artificiale o lo svezzamento con pappe e cereali, potrebbero mostrarsi situazioni d’intolleranza dovute, ad esempio ma è la concausa più diffusa, alle proteine del latte vaccino, sostanze scatenanti che si manifestano proprio con quei pruriti e arrossamenti della cute.

Nelle precauzioni che appronterete, una volta preso atto del problema, ci saranno anche le attenzioni rivolte all’abbigliamento: la dermatite atopica è un’allergia e le cause che ne scatenano gli effetti sono molteplici.

Percentualmente è importante anche la reazione a fibre non naturali, sintetiche.

In questo caso rivolgetevi alla natura: lino e cotone al 100%, evitano agli allergeni di scatenare le reazioni cutanee, donando alla cute un senso di freschezza che solo nei prodotti naturali è possibile ricevere.

Un’ulteriore concausa potrebbe essere la genetica familiare: se nella vostra famiglia la dermatite atopica è presente con percentuali importanti, anche nel vostro bambino le possibilità di soffrirne sono purtroppo un’ipotesi da non sottovalutare.
Ecco allora che tutte le precauzioni del caso dovranno divenire prevenzione e attenzione.
La vostra alimentazione, latti in polvere e cibi del commercio, dichiaratamente privi di sostanze allergizzanti, camiciole e vestitini, tutine e pigiamini naturali al 100% saranno la vostra personale battaglia preventiva.

Ponete attenzione quando fate il bagnetto

Così, durante le fasi del bagnetto, l’impiego di saponi non aggressivi, è un’ulteriore attenzione da porre nei confronti della cute del vostro piccolo tesoro.

Nel caso però anche la prevenzione non abbia dato i risultati sperati il commercio offre detergenti curativi e lenitivi.

Tra i tanti prodotti per la dermatite atopica, Dexeryl è un efficace unguento emolliente e lenitivo, protettivo e studiato per una sintesi a basso impatto ed alto valore dermatologico.

La sua composizione è altamente fluidificante, dovuta alla percentuale altissima di acqua, la quale si lega con il glicerolo, donando alla cute del bambino sollievo, ripristinando l’equilibrio idrico, diminuendo la secchezza della pelle e il fastidio pruriginoso.

Categorie: Salute

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi